Playstation Vita: Sony dichiara la dipartita dal 19 marzo 2019

In una e-mail inviata a Kotaku, Sony comunica la triste news dell'”inizio della fine” della sua ultima console mobile.

Lo sapevamo: era solo questione di tempo prima che Sony chiudesse definitivamente il capitolo PS Vita. L’avevamo già intuito a marzo di quest’anno, quando Sony ha deciso di non rilasciare più giochi gratuiti con il Plus dedicati alla console Mobile, e l’ulteriore conferma era arrivata direttamente dall’account spagnolo di PlayStation quando, rispondendo a un Twitter di un utente che chiedeva come mai non fosse possibile reperire PS Vita nei negozi, aveva dichiarato che la produzione della console era stata sospesa.

Il sipario è calato definitivamente sulla console mobile di Sony dopo la ricezione di un’e-mail alla redazione di Kotaku, in cui la società giapponese sottolinea che gli ultimi ordini per i giochi fisici specifici per questa console saranno effettuati fino a febbraio 2019 per distribuzione, mentre la produzione terminerà il 31 marzo del 2019 che corrisponde alla fine dell’anno fiscale del 2018.Risultati immagini per ps vita

Non ci aspettiamo, da parte di Sony, l’annuncio di una nuova console mobile in sostituzione alla morente PS Vita, sopratutto se consideriamo che la casa giapponese ha concentrato tutte le sue risorse finanziarie sullo sviluppo del progetto PlayStation, vendendo addirittura la divisione VAIO (la linea di portatili Sony) e non aggiornando la sua linea di televisori per molto tempo. Ormai è palese che Sony voglia puntare sull’intrattenimento casalingo, reputando la minaccia Nintendo semplicemente come una “console da compagnia alla propria Playstation”.

PS Vita è l’esemplare dimostrazione di come Sony non abbia saputo gestire questa console dal grandissimo potenziale trasformandola nel famoso “fermacarte High-Tech” che tutti conosciamo grazie a Raiden. Ricorderemo PS Vita per Uncharted: L’Abisso d’oro, Gravity Rush, la collector di Metal Gear Solid 2 e 3, Wipeout 2048 e Persona 4, ma non per i vani tentativi di resuscitarla inserendo titoli Indie o come sostituto di un controller della PS o come piattaforma per il Remote Play. PS vita è morta e ne dà il triste annuncio la sua assassina: Sony.

Commenti

commenti

Nato a Maratea nel lontano 1989, il nostro caro Dexios ha intrapreso la carriera da Pc Gamer da quando aveva soli 4 anni davanti al 386 del padre con un gioco veramente tranquillo: DooM. Da allora non ha mai smesso di giocare e di coltivare la sua passione per i videogiochi e l'informatica (pensate, è diventato anche Analista dei miei c...oglioni programmatore). Scrivere per una rivista di videogiochi è sempre stato il suo sogno nel cassetto e ora finalmente il suo sogno è divenuto realtà... come la scimmia a tre teste... giusto?

Leave a Reply