PS5: cosa vorremmo veder realizzato

Sembrava ieri che PS4 veniva annunciata all’E3, facendo impazzire le schiere di fan in tutto il mondo, e oggi siamo già pronti a mettere le mani sulla sua diretta discendente, PS5.

Mi permetto di definirla “diretta” discendente, poiché a mio avviso l’esperimento fatto da Sony con la Mid-Gen, rappresentata da PS4 Pro, è stato un semplice colpo di mercato per evitare che Microsoft e Nintendo, avendo rilasciato due nuove console, la facessero finire nel dimenticatoio.

Sony, dal canto suo, ha avuto la forza di mantenere il primato sul mercato per parecchio tempo, anche grazie ai grandi titoli rilasciati in esclusiva (ultimo fra i tanti lo stesso God of War) senza dover anticipare la grande notizia di una nuova console, a differenza di Microsoft.

Questa generazione di console ha segnato un cambio di passo nel mondo dei videogiochi, rendendosi molto più simile a quello degli smartphone o degli stessi PC: la ricerca di una prestazione perfetta e in continuo aggiornamento, così da ridurre drasticamente la vita delle console stesse.

Con l’E3 sempre più vicino e le voci di corridoio che danno come imminente l’annuncio della prossima console di casa Sony, vediamo insieme 5 feature che sarebbe bello vedere nella futura PS.

5.  UNA FORTE LINE-UP DI LANCIO 

La tradizione vuole che la line-up di lancio delle console sia sempre molto debole, poiché agli sviluppatori deve essere dato il tempo di adeguarsi alla nuova tecnologia proposta. Ma Sony, questa volta, sembra essere intenzionata a cambiare questa tendenza. La casa di PlayStation, da quanto risulta dalle voci in internet, avrebbe già provveduto a rilasciare presso le case degli sviluppatori i primi Dev Kit sulla nuova console in arrivo.

C’è la possibilità, quindi, che le grandi esclusive già annunciate in questi mesi, come Death Stranding; The Last of Us 2; Horizon: Zero Dawn 2; Cyberpunk 2077, vedano la luce proprio come line-up per la futura PS5.

4. NUOVO MODELLO DI GAME PASS

Sony, in questo ambito relativo ai pass digitali, è stata surclassata da Microsoft e il suo nuovo modello di abbonamento mensile in stile Netflix con una vasta scelta tra i titoli disponibili in digitale.

Quel che è certo è che Sony, con questa nuova console, cercherà di “battere” o perlomeno raggiungere Microsoft modificando profondamente il suo versante dedicato agli abbonamenti digitali, avvicinandosi ai modelli che, in questo periodo, stanno ottenendo un clamoroso successo tra i videogiocatori. La mia più grande speranza sarebbe quella di vedere, finalmente, maggiore disponibilità di titoli e un’offerta più ampia degli stessi.

3. PREZZO

Con PS3, Sony imparò una lezione che difficilmente potrà dimenticare: i prezzi troppo alti fanno allontanare anche la più accanita fan base, ma sopratutto: mai fare affidamento solamente sulla propria immagine e il proprio brand.

Ritornando alle origini della loro filosofia, offrire divertimento e performance a tutti, i prezzi ragionevoli di PS4 e PS4 Pro l’hanno vista trionfare sulle dirette concorrenti di mercato a livello di vendite.

Questa mentalità, nonostante i rumor che danno per spacciata la nuova console con livelli di performance molto elevati, dovrebbe essere mantenuta anche per la prossima generazione. Le stime indicano una finestra di prezzo tra i 350 $ e i 399 $, vedendo così Sony rimanere vicina alla fascia di acquirenti che hanno premiato PS4.

2. 2020: POSSIBILE DATA DI RILASCIO

Molte voci circolano su internet a proposito della data di rilascio della nuova console, e la data più plausibile sembrerebbe essere il 2020.

Quest’ultima, secondo molte fonti, parrebbe la più ragionevole sopratutto a livello di business: sia Microsoft che Sony hanno recentemente rilasciato i loro aggiornamenti per la Mid-Gen.

Allo stesso modo, rilasciare una nuova console a fine anno non avrebbe senso, poiché la roadmap di Sony relativa ai titoli è molto forte fino a dicembre. Rilasciare una nuova console in contemporanea con nuovi titoli per PS4, potrebbe rappresentare una sorta di Harakiri per Sony vedendo gli acquirenti divisi e indecisi sul da farsi.

Il 2020 rimane, quindi, la data più accreditata e plausibile ma allo stesso tempo fortemente labile e modificabile in base alle mosse di Microsoft, la quale potrebbe costringere Sony a procedere in maniera più spedita.

1. RETROCOMPATIBILITA’

Questa è la mia speranza più profonda, tutte le volte che una nuova console viene annunciata.

Nota dolente per i fan/possessori di PS4 che hanno visto i loro vecchi titoli rimanere lì ad ammuffire, o sono stati “costretti” ad utilizzare la vecchia console per poterci giocare. Microsoft, in questo ambito, ha ampiamente battuto Sony, permettendo ai suoi giocatori di godere dei titoli appartenenti a Xbox e Xbox 360.

Da tempo, Sony ha ribadito la sua ferma volontà di rendere le future console retrocompatibili con le versione precedenti a PS4 (includendo ovviamente anche quest’ultima).

La mossa potrebbe risultare la scelta migliore a livello di strategie di vendite, poiché PlayStation ha i caveau pieni di titoli appartenenti alle precedenti console a cui i fan sono fortemente legati, ma sopratutto contribuirebbe ad alleviare il “dolore” dei fan/clienti che andrebbero ad acquistare una terza console appartenente alla stessa casa produttrice in pochi anni.

Commenti

commenti

Cresciuta a videogame e sport, ma anche fumetti, manga e tanto altro di nerd. Spero di potervi trasmettere la mia immensa passione per questa splendida forma d'arte qual è il videogioco, che ci unisce tutti.

Leave a Reply