5 nemici fastidiosi dei videogiochi

Nemici…cosa sarebbero i videogiochi senza i nemici?

Sicuramente meno stressanti, più godibili (a volte) ma sicuramente il gioco stesso perderebbe una caratteristica fondamentale: l’elemento sfida. Ammettiamolo, senza i nemici potremmo girare tranquillamente per i vasti open world di The Witcher e Dark Souls, godendoci il panorama e vivendo in un mondo parallelo; ma quanto risulterebbe noioso alla lunga? Appurato che i nemici sono una parte importante del game design dei vari titoli, è anche vero che possiamo liberamente affermare che esistono nemici creati al solo scopo di infastidirci e farci gettare il controller a terra.

Stiliamo ora una breve top dei nemici più insolenti degli ultimi anni, quelli che vi sognate la notte…

5. ZUBAT-POKÉMON SERIES

Quanti di noi, fan della serie Pokemon, hanno imprecato nel trovarsi di fronte a una grotta? Non tanto per il percorso che avremmo dovuto affrontare, ma per la marea di Zubat che ci saremmo trovati a combattere. Nonostante i vari meme in merito e le richieste dei fan, gli sviluppatori della casa Game Freak non hanno mai smesso di “regalarci” questa piaga videoludica.

4.CAZADORES – FALLOUT NEW VEGAS

Insetti…i nemici volanti peggiori che possano capitare mentre si gioca a un titolo. Ronzii fastidiosi che perseguiteranno il giocatore anche una volta spenta la console. Sperate di liberarvene sparandogli? No, peggiorerete la situazione, perché arriveranno in massa – e sono pure velenosi.

 

3.AQUILE – FAR CRY 4

A chi non piacciono le aquile? Animali maestosi, possenti e temerari. Ecco, appunto, temerari…tanto che in Far Cry 4 ci si buttano addosso, nonostante il nostro personaggio giri armato peggio di Rambo.

Un nemico veramente frustrante, perché non è certo fattibile girare tutto il tempo con lo sguardo rivolto al cielo! Si sa solo che questi nemici sono costantemente “in aria”, e appena si sente uno squak! si avrà mezzo secondo per prepararsi al peggio.

Grazie Far Cry 4, ora le aquile sono il mio peggiore incubo assieme ai piccioni.

2.SHADOW – KINGDOM HEARTS

Letteralmente il mio peggiore incubo in tenera età. Uno dei primi titoli che ho completato tutto d’un fiato nella mia giovinezza, Kingdom Hearts, mi ha regalato pomeriggi di rage moment senza precedenti. In quel preciso momento in cui ti trovavi a due metri dall’obiettivo, da sotto terra apparivano questi esserini neri – il più delle volte, per liberarmene in fretta, usavo la magia e (da stolta quale ero) più tardi, di fronte al boss, mi trovavo in braghe di tela. Quanti joystick della PS2 andati distrutti…

1.TESTE DI MEDUSA – CASTELVANIA

C’è una cosa che accomuna tutti i nemici sopraelencati: la semplicità. Sì, alla base di questo meccanismo perverso dei videogame si trova la correlazione: più semplice=più irritante.

Le teste di Medusa dei primi Castelvania sono gli esempi palesi di tale correlazione: sono prevedibili quanto un vecchietto che va a ritirare la pensione il primo del mese, eppure riescono sempre a farti morire in modi stupidi che ti fanno dubitare delle tue qualità di videogiocatore. Fortunatamente, il brand ha visto un’evoluzione anche di tali nemici e delle meccaniche per poterli affrontare, ma chi come me ha dovuto fronteggiarli fin dal principio della saga sa cosa vuol dire sentirsi impotenti davanti agli anziani alle poste dei videogames.

Commenti

commenti

Cresciuta a videogame e sport, ma anche fumetti, manga e tanto altro di nerd. Spero di potervi trasmettere la mia immensa passione per questa splendida forma d'arte qual è il videogioco, che ci unisce tutti.

Leave a Reply