Slender Man: film e polemiche in arrivo

Il re delle creepypasta a tema videoludico torna a spaventare attraverso un altro linguaggio artistico: quello del cinema.

Diretto dal franco-americano Sylvain White, il film Slender-Man racconterà di alcune ragazze adolescenti alle prese con il misterioso “uomo” senza volto che si manifesta nella foresta in presenza di esseri umani. L’altissima e inquietante creatura in giacca e cravatta che ha spopolato anni fa in ambiente videoludico – dalle creepypasta ai gameplay su YouTube – è stata creata nel 2009 da Eric Knudson. Partecipando a un concorso fotografico, Knudson ha “inserito” l’allora senza nome Slender Man nella fotografia di un parco in cui giocano alcuni bambini, aggiudicandosi la vittoria. Da allora, un intero universo è nato intorno all’individuo misterioso, compresa la credenza che egli preferisca cacciare bambini e ragazzini.

Nel 2014 due dodicenni americane condussero una loro compagna di classe nei boschi e la accoltellarono più volte andandosene subito dopo, convinte che la ragazzina sarebbe morta di lì a poco. Fortunatamente, la giovane riuscì a uscire dalla foresta e venne soccorsa da un ciclista, scampando per un pelo alla morte. La ragione di questo gesto? Le due dovevano provare allo Slender Man di essere degne servitrici. Un’ altra manciata di casi simili si sono verificati nello stesso periodo – gli anni d’oro dello Slender Man – vedendo sempre protagonisti ragazzi adolescenti. Sono quindi inevitabilmente sorte polemiche sulla natura del film prodotto, che a detta di alcuni starebbe “monetizzando una tragedia”.

Non è tuttavia chiaro, neanche dal trailer, se la trama del film in arrivo a maggio 2018 conterrà riferimenti alle vicende del 2014 (si capisce tuttavia che le protagoniste sono molto giovani, e si intravede l’interno di una scuola). La strada verso la fine delle polemiche è ancora molto lunga…vi terremo aggiornati da qui a maggio.

Commenti

commenti

Fiorentina datata 1993, mi piacciono le correnti artistiche del Surrealismo e del Romanticismo, i romanzi gotici del diciannovesimo secolo, i film horror e i classici in bianco e nero, i viaggi nel Nord Europa e i videogiochi - Warning: nessuna di queste passioni prevale sulle altre.

Leave a Reply