“Le microtransazioni sono come i popcorn al cinema”

Con il polverone sollevato recentemente dalla questione microtransazioni all’interno del titolo di Star Wars Battlefront 2, EA Sports si è sentita presa in causa vista la sua affinità con questo modello economico all’interno dei suoi titoli.

Parliamo, infatti, dei titoli più venduti a livello globale: basti pensare a cosa FIFA cosa è capace di ottenere in termini di vendite, e quindi direttamente a livello economico, per questa casa di sviluppo.

Durante una recente intervista rilasciata al 37° Investor Program di NASDAQ, il CFO di Electronic Arts, Blake Jorgensen ha parlato a tal proposito della famosa modalità Ultimate Team all’interno dei titoli EA Sports, che si fondano sul meccanismo delle microtransazioni.

Durante questa breve intervista, il CFO ha snocciolato alcuni dati interessanti sul fenomeno economico: “A oggi, circa il 70/75% di tutte le persone che hanno comprato uno dei nostri titoli sportivi gioca alla modalità Ultimate Team.[…] Di questo 75% di persone, circa la metà investe anche dei soldi veri in questa modalità.

Jorgensen continua nella sua intervista affermando come l’obiettivo primario di EA sia quello di attirare chi non gioca alla modalità Ultimate Team, e non quello di chiedere sempre più soldi a chi già ne usufruisce: “Principalmente, cerchiamo di attirare nuovi giocatori in questa modalità, perché sappiamo che una volta che la proveranno, passeranno dei gran bei momenti e ci giocheranno per lunghi periodi di tempo.

Per concludere in bellezza l’intervista, il CFO si è sbilanciato anche sull’argomento microtransazioni, lasciandosi andare a divagazioni: “Un videogioco da 60$ che le persone possono giocare per tre, quattro, cinquecento ore in un anno, rappresenta un elevato valore rispetto ai soldi spesi. Anche se spendi dei soldi extra, oltre ai 60$, solitamente li spendi per aumentare il divertimento e l’adrenalina del gioco. Così, stiamo solo cercando di dare ai consumatori quello che vogliono davvero e anche di più.

Le microtransazioni, quindi, vengono definite da Jorgensen come dei popcorn: potete gustarvi un bel film, ma di certo con dei popcorn il tutto acquisterà un “sapore” decisamente migliore.

Commenti

commenti

Cresciuta a videogame e sport, ma anche fumetti, manga e tanto altro di nerd. Spero di potervi trasmettere la mia immensa passione per questa splendida forma d’arte qual è il videogioco, che ci unisce tutti.

Leave a Reply