Università di York: intelligenza e videogiochi strategici sono correlati

Al Digital Creativity Labs dell’Università di York sono stati effettuati studi e ricerche che mostrano come alcuni giochi di strategia possano fungere da test del QI.

La ricerca non è stata effettuata con la finalità di dimostrare la superiorità dei videogiocatori né con quella di sminuire altri studi che riportano risultati nettamente contrari e diverse. Il dipartimento di psicologia e quello di informatica hanno collaborato: i primi hanno analizzato il comportamento di un gruppo di esperti giocatori di League of Legends, mentre il secondo si è concentrato sui dati raccolti nelle sessioni di gioco di League of LegendsDOTA 2, Destiny e Battlefield 3.

“Giochi come League of Legends e DOTA 2 sono complessi, richiedono intelligenza  e sono socialmente interattivi. La nostra ricerca suggerisce che la prestazione di una persona in questi giochi possa essere usata per misurare la sua intelligenza. Ricerche passate hanno mostrato che le persone capaci nei giochi di strategia come gli scacchi ottenevano un punteggio alto nei test del quoziente intellettivo. La nostra ricerca si è estesa prendendo in considerazione i milioni di individui che videogiocano sul pianeta ogni giorno.”

Commenta il professor Wade del dipartimento di psicologia.

Ricerca completa.

                                                    Un estratto dei grafici riportati nella ricerca

Commenti

commenti

Fiorentina datata 1993, mi piacciono le correnti artistiche del Surrealismo e del Romanticismo, i romanzi gotici del diciannovesimo secolo, i film horror e i classici in bianco e nero, i viaggi nel Nord Europa e i videogiochi - Warning: nessuna di queste passioni prevale sulle altre.

Leave a Reply