Rumor: Death Stranding e i buchi neri

Molto poco è trapelato sul nuovo titolo di Hideo Kojima Death Stranding e le uniche informazioni in nostro possesso sono i due trailer d’annuncio pubblicati dalla software house e i tweet dello stesso Kojima, che però non lasciano spazio a grandi speculazioni sul titolo.

Questo fino a ieri, quando Hideo Kojima ha presentato sul social un ipotetico pezzo del franchise del videogioco ed ha così aperto la strada a nuove teorie.

Sulla “cosa” indossata da Norman, fotografata e riportata da Kojima è ben leggibile la formula del raggio di Schwarzchild, detto anche punto di non ritorno.

La teoria vuole che quando una stella collassa, in caso che le sue dimensioni scendano al di sotto del raggio di Schwarchild, essa diventi un buco nero, un oggetto con gravità tale da inglobare tutto ciò che lo circonda, in grado addirittura di non far fuoruscire la luce.

Il caso che si tratti di una formula “a caso” è da escludere tenendo in conto la personalità di Kojima, perciò sembrerebbe che lo spazio e i buchi neri avranno una parte in Death Stranding.

Ovviamente per adesso queste sono solo ipotesi, nulla è stato confermato o smentito, quindi tali speculazioni sono da prendere con le dovute pinze.

Vi terremo informati su possibili nuovi sviluppi, in attesa anche di una non ancora annunciata data d’uscita.

Cosa ne pensate di questa teoria?

 

Commenti

commenti

Nata a Torino nel 1994, si appassiona sin da bambina ai videogiochi. Non possedendo nessuna console, la Sofia di cinque anni si destreggiava tra i cabinati in sale giochi nel suo paese e il computer della sua vicina di casa e eterna amica, con cui ha condiviso tutti i titoli più memorabili della sua infanzia. I videogiochi rimangono la sua passione e spera che, un giorno, possano essere anche il suo lavoro.

Leave a Reply