Christie Golden è ora una dipendente Blizzard

La nota scrittrice di romanzi dedicati al mondo di World of Warcraft, Christie Golden, ha annunciato tramite Twitter di essere stata assunta ufficialmente da Blizzard Entertainment

Nata ad Atlanta, in Georgia, nel ’63, scrisse, nel ’91, il suo primo libro chiamato Vampire of the Mists dedicato a Ravenloft, una ambientazione del gioco di ruolo Dungeons & Dragons. La penna di Christie Golden, da quel momento, non ha mai smesso di scrivere: si è dedicata alla stesura della serie Star Trek Voyager, World Of Warcraft, Starcraft e anche al romanzo ufficiale del film di Assassin’s Creed.

Christie Golden da anni conosce ed ama il mondo di Blizzard e già dal 2001 si è dedicata alla stesura di testi come Lord of the Clans, L’ascesa dell’Orda, Oltre il Portale Oscuro, Arthas – L’ascesa del Re dei Lich,La distruzione – Preludio al Cataclisma, Thrall – Il crepuscolo degli Aspetti, Jaina Marefiero – Venti di guerra e Crimini di guerra.

Purtroppo l’assunzione da parte di Blizzard ha i suoi lati negativi: infatti, la stessa Christie ammette di essere dispiaciuta di non poter più collaborare con altre case produttrici per cui ha già prestato la sua penna.

Non sappiamo di preciso quale sarà il nuovo ruolo prezzo Blizzard Entertainment, ma supponiamo che Christie Golden collaborerà alla stesura del terzo capitolo di World of Warcraft: la Storia, in cui verranno narrate le vicende accadute durante Warcraft 3 Regin of Chaos e The Frozen Throne.

Commenti

commenti

Nato a Maratea nel lontano 1989, il nostro caro Dexios ha intrapreso la carriera da Pc Gamer da quando aveva soli 4 anni davanti al 386 del padre con un gioco veramente tranquillo: DooM. Da allora non ha mai smesso di giocare e di coltivare la sua passione per i videogiochi e l'informatica (pensate, è diventato anche Analista dei miei c...oglioni programmatore). Scrivere per una rivista di videogiochi è sempre stato il suo sogno nel cassetto e ora finalmente il suo sogno è divenuto realtà... come la scimmia a tre teste... giusto?

Leave a Reply