Confermati i loot chests in Assassin’s Creed Origins, ma senza soldi reali

Pochi giorni fa vi abbiamo parlato in questo articolo della possibile presenza di microtransazioni nel nuovo capitolo di Assassin’s Creed, data la presenza di loot chests, o meglio Heka Chests, nella lista di oggetti venduti dal mercante Heda.

La notizia, scoperta grazie ad un gameplay dello Youtuber Centerstrain01, ha fatto il giro del web, fra l’indignazione dei fan riguardo alla possibile presenza di una moneta ottenibile investendo soldi reali.

I colleghi di Eurogamer.net hanno chiesto in un’intervista direttamente ad Ashraf Ismail, game director del titolo, dei chiarimenti riguardo alle Heka Chests e alla possibile presenza di microtransazioni. Ismail ha confermato la presenza di tali bauli, specificando però, che questi scrigni sono ottenibili spendendo esclusivamente monete virtuali guadagnate in game.

Ashraf Ismail ed… un tizio sconosciuto

Si tratta di un negozio particolare che vende Carbon Crystals, il materiale più raro per il crafting – ha spiegato Ismail – Potete trovarlo nel mondo, ma l’idea è che se avete soldi, potete semplicemente comprarlo da lui. Heda vende anche scatole misteriose che conterranno randomicamente qualsiasi arma, equipaggiamento o oggetto del gioco. È un modo per le persone che accumulano tanti soldi e sfruttano l’economia di gioco, di scommettere quei soldi e ottenere degli oggetti unici. La ragione per cui l’abbiamo fatto è perché le persone giocano certi titoli in due modi diversi, chi entra in zone militari per ottenere bottino ed equipaggiamento, sperando di ottenere roba leggendaria e altri che si concentrano esclusivamente sull’economia, acquistando e vendendo oggetti per ottenere più soldi possibili. Abbiamo detto, ok, è un valido modo per giocare e, dato che si integra con gli elementi RPG del gioco, abbiamo deciso di lasciargli giocare con l’economia del gioco. Quindi, si tratta di un modo per ottenere oggetti unici del gioco. Comunque tutto quello che è ottenibile in questo negozio sarà presente e ottenibile durante l’avventura nel gioco.“.

 

Allarme rientrato e buone notizie, quindi, per chi stava già comprando dei lucchetti da mettere sui propri portafogli. Possiamo dunque goderci Assassin’s Creed Origins, privo di microtransazioni, dal 27 Ottobre su PC, PlayStation 4 e Xbox One. 

Commenti

commenti

Nato nel 1993, per quei pochi che lo conoscono su internet è VenomA7X. Originario della provincia di Lecce, si è trasferito da qualche anno a Torino. Ha iniziato a videogiocare all’età di 5 anni, quando i suoi genitori gli regalarono una PS1 e da quel giorno non ha mai più smesso. Nonostante possieda la PS4, preferisce il PC come piattaforma su cui giocare e gli RPG come genere preferito.

Leave a Reply