Xbox One X: secondo Aaron Greenberg sarà silenziosissima

Manca meno di un mese all’arrivo di Xbox One X sul mercato e tutt’ora non mancano importanti novità in merito alla nuova console di Microsoft.
Alcuni giorni fa, il Marketing General Manager di Xbox, Aaron Greenberg, ha risposto tramite un tweet di Joshua Knight chiedendo se la nuova console di Microsoft sarà silenziosa.

La risposta di Aaron Greenberg è stata: “Si, sarà sorprendentemente silenziosa, se consideriamo la sua potenza”. Il motivo per il quale la Xbox One X sarà “super silenziosa” è dovuto, probabilmente, al fatto che  sistema di dissipazione dotato di una Vapor Chamber e una ventola decisamente grande.

 

Cos’è un Vapor Chamber ?

Chi usa il PC probabilmente conoscerà questa tecnologia, poiché viene spesso utilizzata dai produttori di CPU che includono un dissipatore all’interno della confezione del processore. Come ben sappiamo, quando il processore lavora, oltre a consumare un certo quantitativo di energia, esso genera anche una grande quantità di calore: per evitare che i componenti elettrici fondano, è stato realizzato un sistema di dissipazione che permette di trasferire il calore del processore verso l’esterno.

Il sistema più semplice di dissipazione consiste nel posizionare una struttura metallica che scambia facilmente il calore e una ventola che raffredda la struttura. Tra il dissipatore e il processore viene inserita una sostanza semi-liquida chiamata pasta termica che sostanzialmente permette lo scambio di calore tra la CPU e il dissipatore. Maggiore è la qualità della pasta termica maggiore sarà la quantità di calore trasferito ed, ovviamente, anche il costo.

Purtroppo non sempre questo sistema risulta essere efficace: così i progettisti hanno realizzato il famoso Vapor Chamber, utilizzato anche su Xbox One X. I principi su cui si basa questo sistema di dissipazione è il cambio di fase dei materiali. Un dissipatore dotato di Vapor Chamber possiede dei tubicini in rame in cui viene inserito un liquido con delle caratteristiche termodinamiche che, raggiunta una determinata temperatura, trasforma il liquido in vapore; questo vapore raggiunge la parte superiore del dissipatore dove sono presenti le lamelle di alluminio e, scambiando il calore con esse, il vapore torna nuovamente liquido e scende nuovamente sul processore. Questo processo fa si che la dissipazione avvenga in modo uniforme su tutto il corpo dissipante, rendendo più facile la dissipazione.

Xbox One X non solo utilizza questo sistema di dissipazione, ma possiede anche una ventola di grandi dimensioni e una struttura di dissipazione simile a quella di schede grafiche di fascia alta, che permette, grazie all’effetto centrifuga, di espellere velocemente l’aria esausta dal corpo di dissipazione, garantendo il mantenimento di temperature basse a bassi giri della ventola, massime prestazioni e una macchina decisamente silenziosa.

Un altro dilemma che molti giocatori hanno in merito alla nuova Xbox One X ha trovato conferma su Twitter. Kathleen della redazione di GamingBolt ha chiesto se gli aggiornamenti a 4K saranno obbligatori per tutti i titoli che che supportano tale feature su Xbox One X:

Mike Ybarra ha confermato che saranno gli stessi sviluppatori a decidere se l’utente potrà scaricare gli asset in 4K o FHD. Questo aspetto è fondamentale poiché i titoli che potranno essere giocati in 4K, oltre ad avere una risoluzione più alta del semplice FHD, necessiteranno di dimensioni decisamente più grandi: ciò significa  che l’utente non dovrà scaricare obbligatoriamente un aggiornamento 4K di 30-60 GB  (decisamente deleterio per chi non possiede una fibra ottica),  ma potrà giocare tranquillamente a 1080p.

Cosa ne pensare in merito? Sotto con i commenti!

Commenti

commenti

Nato a Maratea nel lontano 1989, il nostro caro Dexios ha intrapreso la carriera da Pc Gamer da quando aveva soli 4 anni davanti al 386 del padre con un gioco veramente tranquillo: DooM. Da allora non ha mai smesso di giocare e di coltivare la sua passione per i videogiochi e l'informatica (pensate, è diventato anche Analista dei miei c...oglioni programmatore). Scrivere per una rivista di videogiochi è sempre stato il suo sogno nel cassetto e ora finalmente il suo sogno è divenuto realtà... come la scimmia a tre teste... giusto?

Leave a Reply