E3 2017 – Nintendo Spotlight

Nintendo parte alla grandissima, mostrando un trailer riassuntivo di alcuni dei titoli che usciranno per Switch nei prossimi mesi, come Rocket League, Fifa, Skirim, Splatoon 2.

Appare poi Reggie Fils che si sofferma sulla descrizione di come Nintendo vede i videogiochi: sono dei viaggi, e il giusto biglietto per goderseli è Switch. Giocare ovunque è importante, ma la cosa fondamentale è dove ti sanno portare.

Dopo questo intervento poetico di Fils si passa a due trailer:

  • Il primo a mostrarsi è Xenoblade Chronicles 2, disponibile da Natale 2017, che si presenta come un ritorno alle trame puramente fantasy ma con un design e character design totalmente rinnovati. Il gioco sembra quasi voler essere una dimostrazione della potenza grafica dello schermo di Switch.

  • Kirby è il secondo a presentarsi, la data di uscita è ancora incerta e si parla semplicemente di 2018. Il titolo presenta nuove meccaniche di gioco, come la capacità di farsi seguire dai nemici e “assorbire” le loro abilità. Inoltre – sembra quasi scontato data la flessibilità di Switch – sarà presente un multiplayer fino a 4 giocatori.

Qui i trailer vengono interrotti da un intervento di A.Takahashi che descrive come Switch abbia saputo introdursi nel mercato e sfondarlo. L’intervento si conclude con la promessa che già quest’estate Switch accoglierà svariati titoli da partner esterni.

Interviene poi T. Ishihara per conto della Pokémon Company, il quale conferma l’uscita di Pokkén Tournament per Switch. L’annuncio più importante decide quasi di farlo passare in sordina: Gamefreak è all’opera per sviluppare un Full RPG nel mondo dei Pokémon sulla nuova arrivata di casa Nintendo.

Si ritorna poi ai trailer:

  • Metroid 4 Prime…ed è tutto, cos’altro dire per un appassionato di Nintendo! bastano queste tre parole, anche perchè il trailer è stato solamente una semplice schermata nera. Uscita: 2018.

  • Arriva un classico: Yoshi, ma del tutto rinnovato. Assomiglia molto a Little Big Planet nell’ambientazione, per via dell’utilizzo di oggetti di uso quotidiano (carta, graffette, plastica…). Il nuovo stile si basa anche sul saper sfruttare la profondità e le co-op con gli amici. Sarà disponibile dal 2018.

  • Fire Emblem Warriors si presenta con uno stile e un ambientazione classica ma potenziata per girare al meglio su Switch, e sarà disponibile già dall’autunno 2017.

Fa il suo ingresso per parlare di Zelda Aonuma, il quale ci presenta in modo scherzoso l’ingresso degli elementi di Zelda su Skirim. Parte essenziale del suo intervento è la conferma dei futuri DLC per Zelda Breath of the Wild:

  1. Masters of Trials, in cui ci troveremo senza nessun equipaggiamento e dovremo superare difficili prove per ottenere i nuovi equipaggiamenti. Notevole l’inserimento della maschera Kurogo, che ci permetterà di trovare con più facilità i 900 semi. A parer mio, questo DLC non aggiunge molto di più della versione base del titolo.
  2. Champions Ballad, presentato con una vena poetica (colori seppia e base musicale con una fisarmonica) ci vengono mostrati 4 campioni delle quattro civiltà del mondo di Hirule, e niente più. Disponibile da Natale 2017, è stata anche confermata l’uscita di un set di amiibo relativo a quest’ultimo DLC (collezionisti affrettatevi, i pre-order sono già aperti).

Si passa poi alla parte finale della conferenza, presentata sempre da R.Fils:

  • Ci viene confermata la futura presenza di Rocket League su Switch, già da questo Natale, con nuove macchine e personalizzazioni.
  • Conferma anche per il crossover tanto atteso di Mario + Rabbids, annunciato già ieri, che si presenta con uno stile innovativo ma rispettoso dei canoni stilistici di casa Nintendo. Uscirà il 29 agosto.
  • Nintendo decide di concludere la conferenza in grande stile, tenendo il meglio per ultimo: Super Mario Odyssey. Si apre una nuova era per l’idraulico e per i platform games. Nuove meccaniche di gioco, tra cui il potere di prendere controllo degli avversari tramite l’uso del berretto, una telecamera molto dinamica e uno sviluppo in profondità eccezionale.

Un saluto speciale “da Mario” e il gameplay di Super Mario Odyssey dei PlayerInside!

Insomma, Nintendo non ha deluso le aspettative di noi fan. Ha saputo guardare al futuro salvaguardando, però, i suoi classici.

Switch, paragonata a Wii U, presenta una line up devastante e molto forte per i prossimi due anni, smentendo così chi la dava per spacciata dopo l’uscita di Zelda, sapendo accontentare sia il mercato orientale di appartenenza sia il mercato occidentale grazie alle terze parti (vedi FIFA e Skirim) ma sopratutto alla sua grande voglia di evolversi e rimanendo sempre la cara grande N.

E questo è tutto, per sapere cosa ne pensano i nostri PlayerInside di questa conferenza seguiteli su Facebook, Instagram e sui loro canali YouTube, e per ogni news rimanete sintonizzati.

 

Commenti

commenti

Cresciuta a videogame e sport, ma anche fumetti, manga e tanto altro di nerd. Spero di potervi trasmettere la mia immensa passione per questa splendida forma d'arte qual è il videogioco, che ci unisce tutti.

Leave a Reply